Federazioni (tutte le notizie)

A global guide to the first world war

A global guide to the first world war - interactive documentary (anche in Italiano) - da non perdere.

http://www.theguardian.com/world/ng-interactive/2014/jul/23/a-global-gui...

Deposizione di una corona a memoria dei Paracadutisti caduti in guerra

Il Labaro della Federazione di Biella e Vercelli del Nastro Azzurro scortato dal suo Presidente, dott. Tomaso Vialardi di Sandigliano e dal Segretario-Tesoriere, Primo Capitano Roberto Bona, si è schierato con tutti i Labari del Comitato d’Arma Biella per deporre una corona di alloro al cippo eretto a memoria dei Paracadutisti caduti in guerra, organizzata dal Presidente A.N.P.d'I. Biella, Enzo Gulmini, Consigliere Nazionale e Socio del Nastro Azzurro, alla presenza del gen. Giovanni Fantini, Presidente Nazionale A.N.P.d'I.

Ferie estive

Alla Presidenza Nazionale ed a tutte le Federazioni un augurio per un sereno periodo di riposo dagli Azzurri ferraresi!

31^ Medaglia d'Oro sul Labaro della Federazione di Messina

Il labaro della Federazione Provinciale di Messina ha partecipato al raduno regionale dei bersaglieri che si è svolto a Barcellona Pozzo di Gotto il 12 e 13 luglio. Nell’occasione, alla presenza del Sindaco Dott. Portaro Alessandro, è stata inaugurata a Bafia, frazione di Castroreale, la sede della Sezione Bersaglieri, presieduta dal caporale Mirabile Domenico, intitolata alla M.O.V.M. Maggiore Giuseppe La Rosa. Dopo la deposizione della corona al monumento dei Caduti, le fanfare di Zafferana Etnea, di Paceco, di Caltanissetta e di Palermo si sono esibite in un suggestivo carosello.

Ancora una tappa lucana per la mostra AZZURRO CHE VALORE

Ancora una tappa lucana per la mostra AZZURRO CHE VALORE, il progetto dell’Istituto indirizzato a ricordare gli sportivi decorati al Valor Militare nel corso della Prima Guerra Mondiale.

52° Reggimento "Torino" di Vercelli rientra dal Kosovo

Il 25 giugno 2014 il Labaro della Federazione di Biella e Vercelli del Nastro Azzurro, scortato dal delegato per Vercelli signor Mario Galleani, ha partecipato alla cerimonia tenutasi alla Caserma Scalise per il rientro in Patria degli artiglieri del 52° Reggimento “Torino”, dopo sei mesi di impegno in missione di pace in Kosovo, alla presenza del Comandante dell’Artiglieria, Generale di Divisione Giandomenico Pintus.

IL LABARO NAZIONALE ALLA SFILATA DEL 62° RADUNO NAZIONALE DEI BERSAGLIERI

Il Labaro della Presidenza Nazionale dell’Istituto del Nastro Azzurro, su Land Rover Defender del 32° Reggimento Genio Guastatori della Brigata Alpina Taurinense e quelli delle Federazioni Provinciali di Asti e Milano su altro automezzo AR 51 privato, hanno aperto la sfilata conclusiva del 62° Raduno Nazionale dei Bersaglieri, tenutasi ad Asti lo scorso 8 giugno. Il Presidente Nazionale, Gen. Magnani, ha delegato la rappresentanza al Comm. Filippo Scirè Risichella, Presidente della Federazione Provinciale di Asti.

Conferenza "Le Trasmissioni Militari e Civili dal Castello Estense: dal 1912 alla Grande Guerra".

Il 20 giugno, nella ricorrenza della Festa dell'Arma delle Trasmissioni, la terza conferenza del ciclo dedicato a "Ferrara e la Grande Guerra" ha avuto come argomento la storia delle trasmissioni con particolare riguardo agli eventi che hanno avuto sede nelle torri del Castello Estense.
Il relatore è stato il Socio Gian Paolo Bertelli radioamatore e noto ricercatore storico che si interessa con particolare attenzione ai conflitti del XX secolo ed al contributo dato dai combattenti ferraresi.

INTITOLAZIONE AREA VERDE DI ASTI ALL’EROE SEBASTIANO SCIRE’ RISICHELLA

Lo scorso 6 giugno, ad Asti, nell’ambito del 62° Raduno Nazionale dei Bersaglieri, è stata intitolata, al Fante Piumato, pluridecorato al Valore, Sebastiano Scirè Risichella, un’area verde sita in prossimità del “Casermone” che, fino agli anni Venti, ospitò vari, gloriosi, reggimenti bersaglieri. Fra questi il 9°, al quale Sebastiano fu destinato quando, nel 1911, venne per la prima volta chiamato alle armi.

Gli attacchi sovietici alla Finlandia:1939/40 e giugno 1944.

Il 14 ottobre 1939,una delegazione finlandese viene convocata a Mosca e qui Stalin avanza pesanti rivendicazioni territoriali.Il punto più importante per il dittatore sovietico é la rettifica del confine della Carelia,strategicamente rilevante ed importante bacino minerario ed industriale.

Pagine