Convegno sul Centenario della Grande Guerra a Taormina

A Taormina l'appuntamento con la storia, con l'inaugurazione della settimana dedicata al Centenario della  Grande Guerra, il concorso "La Vetrina del Ricordo" e il 25° anniversario della costituzione del Gruppo Alpini di Messina.

Il nastro tricolore è stato tagliato dal vicesindaco di Taormina Andrea Raneri e dal maggiore Vincenzo Randazzo, presidente del Nastro Azzurro di Messina, l'evento si è svolto sotto l'Arco di Porta Catania alla presenza del Medagliere del Nastro Azzurro, di vessilli e gagliardetti delle Associazioni Combattentistiche e d'Arma, di invitati e autorità, che hanno dato inizio alla settimana storico culturale.

Dopo il taglio del nastro, si è svolta la visita ad alcune vetrine allestite con bandiere  e divise d'epoca, lungo il Corso Umberto, a seguire il comitato organizzatore, autorità e invitati si sono trasferiti al Palazzo Duchi di Santo Stefano, per partecipare al convegno di apertura dal titolo "Il ricordo delle guerre deve servire a fortificare la pace".

Al convegno dedicato alla Grande Guerra vissuta a Messina ed in particolare a Giardini, ha aperto i lavori il giornalista Domenico Interdonato, coordinatore dell'evento il quale si è soffermato a ringraziare quanti hanno dato il loro contributo alla realizzazione della settimana del ricordo, a cominciare dalla Federazione Provinciale dell’Istituto del Nastro Azzurro di Messina, presieduta dal maggiore Vincenzo Randazzo e dal Sindaco del Comune di Taormina dott. Eligio Giardina, che ha accolto e sostenuto fin dall'inizio la valente iniziativa storico culturale.

Il prof. Vincenzo Caruso, direttore del Museo Storico di Forte Cavalli - Messina, ha raccontato una pagina di storia sconosciuta,"La Guerra Silente. I siluramenti tra Giardini e lo Stretto nel 1917-18", una storia inedita venuta alla luce durante una lunga attività di ricerca presso archivi militari e statali. Gli U-Boat germanici, in agguato nel Golfo di Giardini, lungo la rotta Messina - Siracusa,  affondavano il naviglio militare e commerciale che si apprestava ad entrare nello Stretto di Messina. Gli argomenti storici inediti e la perfetta sintesi del relatore, argomento di prossima pubblicazione con il prof. Giulio Santoro, hanno catturato l'attenzione  e il gradimento del pubblico.

Il Capo Gruppo degli Alpini dott. Giuseppe Minissale, ha ricordato il venticinquesimo anniversario della costituzione del Gruppo Alpini di Messina: "Venticinque anni di valori, trascorsi a custodire e a diffondere il culto delle nostre tradizioni militari, civili e sociali, oggi le Associazioni Combattentistiche e d'Arma sono lo scrigno che custodiscono ricordi, che per molti sono sbiaditi ma che per noi sono fulgidi esempi di vita". Ricordati tutti gli Alpini del Gruppo, che in questi anni sono "andati avanti" ed infine consegnato il foulard e le stelle Alpine a quattro signore, che hanno dedicato il loro tempo libero a sostenere le attività sociali del Gruppo.

La serata si è conclusa dopo i "Canti della Grande Guerra" eseguiti dal  Coro polifonico "Santa Maria dei Miracoli" di Messina, diretto dal maestro Giacomo Arena, i quali si sono meritati gli applausi del folto pubblico presente.

La settimana dedicata al "Centenario della Grande Guerra", si è conclusa domenica 29 ottobre 2017, con la resa degli onori al Monumento ai Caduti di Taormina, la sfilata dei gonfaloni delle autorità e delle Associazioni Combattentistiche e d'Arma lungo Corso Umberto. Alla manifestazione sfilata di domenica 29 ottobre 2017, hanno partecipato oltre 500 persone e il corteo era composto da: Gonfalone della città di Taormina,  autorità, Medagliere del Nastro Azzurro, Associazioni d'Arma della Sicilia Orientale, la Croce Rossa Militare e Volontaria, Associazioni d'Arma del Nord e Centro Italia e alcune delegazioni straniere.