LATINA – SABAUDIA: COMMEMORATI NELLE CITTA’ PONTINE I CADUTI DI NASSIRIYA. IL NASTRO AZZURRO PARTECIPA CON IL PROPRIO LABARO PROVINCIALE

Le comunità di Sabaudia e Latina hanno ricordato i Caduti di Nassiriya, quattordici anni dopo il vile attentato nella cittadina irachena. Era la mattina del 12 novembre 2003, quando un camion cisterna pieno di esplosivo scoppiò davanti l’ingresso della base italiana dei Carabinieri a Nassiriya, impegnati nella missione di pace “Antica Babilonia”.
All’Arma dei Carabinieri era affidato il difficile compito di portare un respiro di legalità e pacificazione in un territorio abbandonato dalla civiltà umana; un impegno che è costato la vita a 28 persone, tra cui 19 connazionali e moltissimi feriti tra la popolazione.

Le cerimonie di commemorazione si sono svolte il giorno 11 c.m. presso il piazzale Largo Martiri delle foibe a Sabaudia e antistante il Comando provinciale Carabinieri a Latina il giorno successivo, alla presenza delle Autorità civili e militari, delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma e della cittadinanza. Il Prefetto di Latina dott. Pierluigi Faloni e il Sindaco di Sabaudia d.ssa Giada Gervasi, hanno deposto nelle rispettive città, un cuscino di fiori sotto il Monumento che ricorda i Caduti di Nassiriya. Il Labaro del Nastro azzurro presente nelle due città pontine, è stato scortato dal Car. Paracadutista Claudio Lavagnini a Sabaudia, mentre a Latina ha visto la presenza del Presidente provinciale Stefano Millozza e del Segretario Lgt® Giuseppe Gaeta.
Alla cerimonia di Sabaudia ha fatto seguito la celebrazione della Santa Messa, officiata da Don Massimo Castagna presso la chiesa SS. Annunziata.

Latina, 14/11/2017

Lgt® Giuseppe GAETA – Segretario provinciale