8a FESTA COMITATO ASSOCIAZIONI D'ARMA BIELLA

COMITATO ASSOCIAZIONI D'ARMA BIELLA

8a FESTA COMITATO ASSOCIAZIONI D'ARMA BIELLA
65° ANNIVERSARIO COSTITUZIONE SEZIONE DI BIELLA ASS. NAZ. PARACADUTISTI D’ITALIA

IL LABARO NAZIONALE DEL NASTRO AZZURRO ALLA 89a ADUNATA NAZIONALE ALPINI

Domenica 15 maggio si è conclusa, con la tradizionale sfilata, l’89a Adunata Nazionale degli Alpini. La sfilata, durata dodici ore, ha visto la partecipazione del Capo di Stato Maggiore della Difesa Gen. Claudio Graziano e di molte altre massime autorità delle Forze Armate. In testa al fiume di penne nere ha sfilato il Labaro Nazionale dell’Istituto del Nastro Azzurro, scortato da tre giovani alpini in congedo e dal Vicepresidente della Federazione Astigiana Marco Montagnani. Questo mentre, in tribuna d’onore, il Presidente della stessa, Comm.

Novegro: l'Istituto presente a Militalia

L'Istituto del Nastro Azzurro per la prima volta ha partecipato con un proprio stand alla più importante manifestazione attinente il collezionismo militare e, più in generale il mondo delle Forze Armate: MILITALIA.

La manifestazione si è svolta sabato 14 e domenica 15 maggio presso il Parco Esposizioni di Novegro (MI), ove l'Istituto ha allestito la propria "postazione" nell'ambito del Padiglione B dedicato alle Associazioni Combattentistiche e d'Arma.

L'allestimento è stato curato dal Consigliere Nazionale Vido Alberto e dal Sindaco Vido Federico ed ha visto la presenza anche del Presidente Nazionale che si è recato in visita nel corso della giornata.

Altrettanto rilevante la visita dal parte del Gen. Rocco Pagliuzzi, presidente di Assoarma Milano e responsabile della manifestazione, unitamente al Comandante del Ce.Doc. di Milano, Col. Arnò.

Nello stand si è voluto esprimere una carrellata delle principali attività svolte dall'Istituto in ambito nazionale ed internazionale dal 2009 al 2016 dando particolare risalto alle attività culturali - tra cui la più rilevante oltre alla pubblicazione dei nuovi QUADERNI del CE.S.VAM. ed alle mostre storiche organizzate dalle diverse Federazioni, è il progetto AZZURRO CHE VALORE promosso dal Consigliere Nazionale Rocco Galasso, di cui erano esposte alcune tavole -, a quelle di carattere sportivo - militare ed a quelle di natura assistenziale come l'intervento per il recente terremoto in Emilia Romagna e l'operazione "Tutti a scuola per costruire il futuro" condotta con la collaborazione dell'Esercito tra il 2008 ed il 2010 a favore dei bambini Afghani.

 

Non è mancata, poi, la promozione del Museo del Nastro Azzurro con al distribuzione della pubblicazione allo stesso dedicata.

Lecco: Inaugurazione del nuovo Labaro Provinciale

Il giorno 7 maggio pressoil Santuario di Nostra Signora della Vittoria è stato inaugurato il nuovo Labaro della Federazione Provinciale di Lecco.

Decorazioni al Valore dell'Esercito

Nel corso della cerimonia per il 155° Anniversario di Fondazione dell’Esercito Italiano sono state conferite le seguenti decorazioni al Valore dell’Esercito

Dona il tuo 5 x 1000 al Nastro Azzurro

Gionata del Decorato 2016

La “Giornata del Decorato 2016”, celebrata nella splendida cornice di Salò e del Lago di Garda, è perfettamente riuscita, coinvolgendo anche i molti turisti che affollavano la cittadina lacustre. Le note della Fanfarina del Nastro Azzurro hanno aperto la giornata del 23 precedendo il corteo che si è portato in Piazza della Vittoria per la cerimonia dell’Alzabandiera.
E’ seguito il convegno storico “Comprendere la Grande Guerra – dal primo al secondo anno di guerra – 1915/1916” con le relazioni del Prof. Ramaccia, del Gen. Coltrinari, del Dott. Cecini, del Gen, Daniele e del Dott. Cerutti. Gli atti del convegno saranno pubblicati nel prossimo numero dei Quaderni del Nastro Azzurro.
Il giorno 24 è iniziato con un omaggio ai Caduti di tutte le guerre: una corona di alloro è stata deposta al Monumento ai Caduti, mentre una seconda corona è stata lanciata nelle acque del lago da una motovedetta della Capitaneria di Porto.
E’ seguita una dimostrazione del gruppo cinofili dei Corpi Sanitari Internazionali ed un concerto della nostra Fanfarina. La giornata si è conclusa nella Sala dei Provveditori del Palazzo della Magnifica Patria, sede del Comune di Salò, dove dopo la celebrazione della S.Messa a ricordo dei Caduti sono state tenute le orazioni celebrative. Dopo il saluto il saluto del Sindaco di Salò, Avv. Cipani, il Presidente Nazionale ed i componenti del Dipartimento Sviluppo e Comunicazione hanno esposto i programmi dell’Istituto che si svilupperanno attraverso un’attività diretta alle scuole ed alle giovani generazioni mediante progetti mirati e sottoposti al Ministero della Difesa.
La visita al Museo Storico del Nastro Azzurro ha concluso la giornata.
La presidenza Nazionale ringrazia il Comune di Salò, la Federazione di Brescia ed il Direttivo del Museo Storico.

Latina e Formia: celebrazioni del 71° anniversario della Liberazione

Si sono svolte nella mattinata di lunedì 25 u.s., in tutta la provincia di Latina, le cerimonie per la ricorrenza della Liberazione. La Città di Latina, ha visto articolare la festività in due momenti molto significativi, alla presenza delle massime Autorità Civili, Militari e Religiose e dei Presidenti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma; per il Nastro Azzurro fra Combattenti Decorati al Valor Militare provinciale era presente il Presidente Stefano Millozza.

Arezzo: celebrazioni del 71° Anniversario della Liberazione

Nel corso delle celebrazioni provinciali del 25 aprile  nel Salone d'Onore della Prefettura di Arezzo sono state consegnate le "Medaglie della Liberazione " a: 

·               

EZIO RASPANTI decorato di MAVM medaglia consegnata alla "memoria " alla moglie;

·               

TOGNACCINI NARCISO decorato di CGVM medaglia consegnata alla "Memoria" al Sindaco di San Giovanni Valdarno;

·               

PIERI PIERO decorato di MBVM 

·               

SUCCHIELLI EDOARDO decorato di MAVM

Le medaglie sono state consegnate dal Prefetto di Arezzo S.Ecc Alessandra Guidi ,dal Presidente della Provincia Roberto Vasai e dal Presidente della Federazione Stefano Mangiavacchi, alla presenza delle Autorità Civili e Militari e delle rappresentanze delle Associazioni Combattentistiche e d'Arma.

 

 

 

Rovigo: Inaugurato il monumento dedicato a Giovanni Palatucci.

Il monumento dedicato a Giovanni Palatucci, il giovane questore di Fiume deportato nel campo di concentramento nazista per il suo tentativo di salvare centinaia di ebrei e morto nel 1945 a Dachau, è stato inaugurato a Rovigo.

L’opera ideata su un bozzetto degli studenti dell’artistico Roccati di Rovigo, è stata poi realizzata grazie al contributo di diverse ditte che hanno permesso la collocazione del monumento nell’omonima piazza del quartiere Commenda. Poggia su un cippo di pietre bianche provenienti dall’Istria.

La realizzazione del 1° monumento fatto in Italia è stata resa possibile grazie al contributo del tecnico progettista e direttori dei lavori Graziano Maron e dell’artista Carluccio Zangirolami socio dell'Isituto del Nastro Azzurro, un medico noto per realizzare i suoi lavori con le schegge di bomba trovate nell’altopiano di Asigo

Nella mattinata di venerdi 8 aprile l’opera è stata inaugurata nell’omonima piazza del quartiere Commenda. La cerimonia, organizzata dal Comitato Palatucci, si è tenuta alla presenza di autorità civili e militari nonché dei rappresentanti dell’associazione nazionale Polizia di Stato. Presente il Dott.Rosario Eugenio Russo Questore di Rovigo, che ha portato i saluti del Capo della Polizia Prefetto Alessandro Pansa, dal quale era stato espressamente delegato.

 

Erano inoltre presenti il viceprefetto Carmine Fruncillo ed il vicesindaco di Rovigo Ezio Conchi.

Pagine