Latina e Formia: celebrazioni del 71° anniversario della Liberazione

Si sono svolte nella mattinata di lunedì 25 u.s., in tutta la provincia di Latina, le cerimonie per la ricorrenza della Liberazione. La Città di Latina, ha visto articolare la festività in due momenti molto significativi, alla presenza delle massime Autorità Civili, Militari e Religiose e dei Presidenti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma; per il Nastro Azzurro fra Combattenti Decorati al Valor Militare provinciale era presente il Presidente Stefano Millozza.

Arezzo: celebrazioni del 71° Anniversario della Liberazione

Nel corso delle celebrazioni provinciali del 25 aprile  nel Salone d'Onore della Prefettura di Arezzo sono state consegnate le "Medaglie della Liberazione " a: 

·               

EZIO RASPANTI decorato di MAVM medaglia consegnata alla "memoria " alla moglie;

·               

TOGNACCINI NARCISO decorato di CGVM medaglia consegnata alla "Memoria" al Sindaco di San Giovanni Valdarno;

·               

PIERI PIERO decorato di MBVM 

·               

SUCCHIELLI EDOARDO decorato di MAVM

Le medaglie sono state consegnate dal Prefetto di Arezzo S.Ecc Alessandra Guidi ,dal Presidente della Provincia Roberto Vasai e dal Presidente della Federazione Stefano Mangiavacchi, alla presenza delle Autorità Civili e Militari e delle rappresentanze delle Associazioni Combattentistiche e d'Arma.

 

 

 

Rovigo: Inaugurato il monumento dedicato a Giovanni Palatucci.

Il monumento dedicato a Giovanni Palatucci, il giovane questore di Fiume deportato nel campo di concentramento nazista per il suo tentativo di salvare centinaia di ebrei e morto nel 1945 a Dachau, è stato inaugurato a Rovigo.

L’opera ideata su un bozzetto degli studenti dell’artistico Roccati di Rovigo, è stata poi realizzata grazie al contributo di diverse ditte che hanno permesso la collocazione del monumento nell’omonima piazza del quartiere Commenda. Poggia su un cippo di pietre bianche provenienti dall’Istria.

La realizzazione del 1° monumento fatto in Italia è stata resa possibile grazie al contributo del tecnico progettista e direttori dei lavori Graziano Maron e dell’artista Carluccio Zangirolami socio dell'Isituto del Nastro Azzurro, un medico noto per realizzare i suoi lavori con le schegge di bomba trovate nell’altopiano di Asigo

Nella mattinata di venerdi 8 aprile l’opera è stata inaugurata nell’omonima piazza del quartiere Commenda. La cerimonia, organizzata dal Comitato Palatucci, si è tenuta alla presenza di autorità civili e militari nonché dei rappresentanti dell’associazione nazionale Polizia di Stato. Presente il Dott.Rosario Eugenio Russo Questore di Rovigo, che ha portato i saluti del Capo della Polizia Prefetto Alessandro Pansa, dal quale era stato espressamente delegato.

 

Erano inoltre presenti il viceprefetto Carmine Fruncillo ed il vicesindaco di Rovigo Ezio Conchi.

Corso di Alta Formazione in Peacekeeping

Grazie alla squisita disponibilità di Enzo Orrlanducci per i giovani che ci seguono e altri che vogliono contattarci esiste la possibilità di frequentare il sottodescritto corso di Alta Formazione di Peacekeeping con la possibilità di ottenere borse di studio che in pratica azzerano i costi di frequenza
 
SCADENZA DELLE DOMANDE 25 APRILE P.V.

La Brigata Sassari in Libano, prima della partenza conferite due Medaglie di Bronzo al Valor dell'Esercito

Venerdì 8 aprile 2016 la Bandiera di Guerra del 151° Reggimento Fanteria "Sassari" ha lasciato la Caserma "Monfenera" di Cagliari alla volta del Libano.
L'unità, infatti, costituirà il nucleo principale della componente italiana delle missione Leonte XX che sarà condotta dalla Brigata Sassari dal corrente mese all'ottobre 2016 alla guida del Generale Arturo Nitti.
I "Dimonios" per sei mesi smetteranno i loro tradizionali colori bianco - rossi per indossare l'azzurro della forza d'interposizione dell'ONU.

Cerimonia al Sacrario delle Fosse Adeatine

IL LABARO NAZIONALE DEL NASTRO AZZURRO PRESENTE ALL’APPELLO NOMINALE DEI TRUCIDATI DELLE FOSSE ARDEATINE

Il giorno 23 marzo u.s., alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e delle più alte cariche dello Stato, l’Istituto del Nastro Azzurro fra Combattenti Decorati al Valor Militare, ha ufficialmente partecipato con il proprio Labaro, all’invito promosso dall’A.N.F.I.M. d’intesa con la Comunità Ebraica di Roma e il Commissariato Generale Onoranze ai Caduti in Guerra, alla cerimonia della 72a commemorazione dei Martiri delle Fosse Ardeatine. Il Labaro nazionale portato dal Segretario Provinciale della Federazione di Latina, Lgt® Giuseppe GAETA e scortato dal Vicesegretario Generale Lgt® Domenico Caccia, in rappresentanza del Presidente Nazionale Gen. Carlo Maria Magnani, ha voluto rendere onore in forma solenne ai 335 trucidati delle Fosse Ardeatine in Roma.

Il Capo dello Stato, accompagnato dal Ministro della Difesa Roberta Pinotti, prima della Cerimonia e l’appello nominale di tutti i Martiri da parte del Segretario Nazionale dell’ANFIM Dott. Aladino Lombardi, ha deposto una corona di alloro e al suono del “silenzio” sono stati resi loro gli onori militari.

 

Il Sacrario delle Fosse Ardeatine, edificato a perenne memoria del crudele massacro perpetrato dai nazisti a Roma il 24 marzo 1944, nelle cave di pozzolana in via Ardeatina , fu solennemente inaugurato il 1949 in occasione del quinto anniversario della strage. Con la bandiera Nazionale a mezz’asta, per le vittime dell’attentato terroristico di Bruxelles, il Capo dello Stato ha visitato commosso il monumento che abbraccia in un solo complesso: le grotte, nelle quali venne consumato l’eccidio; il Mausoleo, ove sono raccolte le salme; il gruppo scultoreo, che sintetizza espressamente la tragedia dei 335 martiri.

Dal CEsVAM un augurio di Buona Pasqua

Roma 24 marzo 1944: Eccidio delle Fosse Ardeatine

Roma. Uscendo dalla Porta di San Sebastiano si trova, dopo circa un chilometro, la Via Ardeatina che presenta alcune vecchie cave di pozzolana, chiamate “fosse”, costituite da numerose gallerie lunghe da 50 a 100 metri, ampie circa tre metri ed alte fino a sei metri. Le gallerie si intersecano una con l’altra e si trovano sul piano stradale. Il 24 marzo 1944 questi cunicoli furono il teatro di uno dei più efferati eccidi perpetrati dai Tedeschi.

COMFODI SUD, Napoli "L'Esercito Combatteva" ospiterà "Azzurro che Valore"

Il giorno 15 marzo presso il COMFODI SUD di Palazzo Salerno di Napoli, i consiglieri nazionali Rocco Galasso (Fed. Potenza) e Pasquale Parente (Fed. Napoli) hanno incontrato il Comandante Gen. (D) Salvatore Polimeno per definire la collaborazione che l'Istituto del Nastro Azzurro offrirà in occasione delle iniziative istituzionali del Centenario della Grande Guerra del prossimo mese di maggio nell'ambito del programma nazionale "L'Esercito Combatteva". Sono intervenuti alla riunione il Col. Sinopoli, il Ten.Col. Grilletto ed il Ten. Col. Guarnera.

17 marzo

Oggi è  il compleanno della nostra Italia, che spegne 155 candeline. Festeggiamo infatti la data dedicata all'Unità Nazionale, alla Costituzione, all'inno e alla Bandiera. Il 17 marzo del 1861, Vittorio Emanuele II proclamò ufficialmente la nascita del Regno d'Italia, diventandone il sovrano.

Pagine